Crea sito

LIDL investe 2,9 milioni di euro e apre il suo primo store a Linares in Andalusia

theretailchain-journal by Retailtrend.it (12 novembre 2020)LIDL ha aperto oggi il suo punto di vendita a Linares, dopo aver investito circa 2,9 milioni di euro per le opere di costruzione e di allestimento.

E’ il primo centro commerciale, che l’insegna ha inaugurato nella provincia di Jaén, su 2 piani (un piano terra dedicato a parcheggio da 80 posti auto e un piano superiore dedicato all’area di vendita e altri servizi, per una superficie di circa 1.350 metri quadrati). Darà lavoro a 33 addetti, di cui 22 neo-assunti.

L’inaugurazione è avvenuta alla presenza delle autorità locali (Àngeles Isac vicesindaco e portavoce governativo, Noelia Justicia assessore all’economia e alle finanze, Javier Hernández assessore all’ambiente e alla pianificazione del territorio) e del direttore regionale LIDL in Andalusia, Jesùs Toro.

LIDL sta accelerando il suo impegno di crescita nella provincia di Jaén, dove conta già 8 punti di vendita e genera lavoro per più di 1.000 posti di lavoro, tra diretti, indiretti e indotto (0,49% del totale) contribuendo per oltre 51 milioni di euro all’anno al PIL (0,48% del totale), secondo i dati di PwC.

Rafforza così anche la sua presenza in Andalusia, con una rete di oltre 120 punti di vendita e più di 2.700 addetti diretti. LIDL è sicuramente una delle aziende, che sta contribuendo alla generazione di ricchezza e occupazione in questa comunità. Grazie alla sua attività, la filiera genera un impatto sul PIL della regione di oltre 1.280 milioni di euro all’anno (0,85% del totale) e contribuisce con oltre 27.400 posti di lavoro all’anno tra diretti, indiretti e indotto (0,87% del totale).

L’insegna acquista regolarmente da circa 80 aziende agroalimentari in Andalusia. Ha nel suo assortimento più di oltre 400 prodotti regionali e promuove il consumo di prodotti locali nei suoi store con lo slogan “#LIDLVIVEELSUR” per contribuire al sostegno dei piccoli produttori.

Nell’ultimo anno, LIDL ha aumentato gli acquisti di prodotti andalusi, in particolare frutta e verdura, raggiungendo quasi 1.250 milioni di euro, diventando così il cliente numero uno degli ortaggi dell’Andalusia. Inoltre, la catena distributiva, ha esportato oltre l’85% di prodotti della regione, all’interno della sua rete di 11.200 punti di vendita in 32 paesi, contribuendo anche all’internazionalizzazione del prodotto locale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.