Crea sito

LENTA in Russia vede una crescita nelle vendite LFL del 10,1% nel 2° trimestre 2020

theretailchain by Retailtrend.it (28 luglio 2020) – LENTA PLC – la più grande catena di ipermercati della Federazione Russa e quarto operatore per supermercati – ha recentemente presentato i risultati finanziari consolidati IFRS per il 2020.

Dal quadro generale, emergono gli aspetti finanziari dell’esercizio in corso, con le vendite al dettaglio che sono aumentate del 9,6% su base annua, per un fatturato che si attesta a 313,4 miliardi di rubli, nel primo semestre del 2020.

Il margine lordo, per la società di San Pietroburgo è aumentato al 23,29% sempre nel semestre preso in esame, che presenta un miglioramento di 77 pb YoY.

Le SGAV sono diminuite in percentuale delle vendite al 17,59%, con un miglioramento di 153 pb YoY. Mentre il margine EBITDA è aumentato al 10,17% con un miglioramento di 207 pb o del 26% a/a.

Mentre il margine reddituale netto è aumentato al 4,31% rispetto al -2,24% del primo semestre 2019. Il flusso di cassa è aumentato a 1,5 miliardi di rubli, rispetto ai -4,7 miliardi dello stesso periodo dell’anno precedente.

Se andiamo a vedere l’indebitamento finanziario netto, l’EBITDA è diminuito del 30% a 1,9 volte al 30 giugno 2020 rispetto alle 2,7 volte dello stesso periodo riferito al 2019. Infine la spesa per interessi netti è diminuita del 28% su base annua a 3,4 miliardi di euro.

“Siamo lieti di segnalare una performance incoraggiante nella prima metà dell’anno – ha detto, commentato i risultati,Herman Tinga, CEO di Lenta – la crescita delle vendite al dettaglio del 9,6% insieme ad un efficace controllo dei costi e del miglioramento del margine lordo ha portato a un margine EBITDA migliore del previsto, di oltre il 10%. La prima metà del 2020, è stato un periodo senza precedenti per le nostre comunità e per tutte le imprese della Russia. La pandemia del COVId-19 ha dimostrato quanto sia critica la catena di approvvigionamento alimentare e siamo molto orgogliosi del modo in cui LENTA ha risposto alla crisi e ha continuato a servire le comunità locali in tutta la Federazione Russa. Le nostre priorità durante questo periodo sono state quelle di garantire la sicurezza dei nostri clienti e dipendenti e che i nostri negozi rimanessero ben forniti per la nostra clientela. Siamo lieti di segnalare che nel corso del secondo trimestre, LENTA ha conseguito una crescita del “like-for-like” nelle vendite al dettaglio superiore al 10%, il che riflette la forza della proposta per i nostri clienti e l’efficacia delle azioni intraprese dalla società per garantire che i nostri negozi fossero accessibili e sicuri per clienti e dipendenti. Sebbene l’impatto a lungo termine del COVID-19 sul comportamento dei clienti rimanga sconosciuto, riteniamo che LENTA sia ben posizionata. Il nostro segmento ipermercati, leader di mercato, continua a offrire ai consumatori un’eccellente gamma di prodotti e una forte proposta di valore. Siamo molto soddisfatti dell’inversione di tendenza del nostro business online in rapida crescita in cui possiamo sfruttare in modo efficiente la nostra infrastruttura esistente per servire clienti con la massima comodità. Intendiamo fornire un aggiornamento strategico, più completo ai nostri stakeholder nella seconda metà del 2020″.

Durante il primo semestre 2020, le vendite LFL (Like-for-Like) sono cresciute del 10,1% nel secondo trimestre (dimensione media dei ticket pari al 24,2%, con flussi a -11,3%). Mentre sono cresciute complessivamente del 7,1% nel primo semestre del 2020 (dimensione media dei ticket pari al 12,5%, con flussi a -4,8%).

Le vendite al dettaglio sono aumentate del 9,6% nel primo semestre 2020 (ipermercati 9,3%, supermercati 12,6%). La dimensione media dei ticket è aumentata del 12,6%.

Nel primo semestre 2020, Lenta ha aperto a San Pietroburgo, 3 nuovi supermercati.

Le vendite di prodotti a marchio del distributore sono continuate a crescere e ora rappresentano oltre il 14% delle vendite totali.

Infine le vendite online sono cresciute a 1,9 miliardi di rubli nel primo semestre del 2020, con un aumento del 324% su base annua.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.