Crea sito

Le Groupement Les Mousquetaires, nel 2020 ha accelerato il suo sviluppo 

retailchain-journal by Retailtrend.it (22 gennaio 2021) – Nel corso del 2020, le insegne del Groupement Les Mousquetaires (Intermarket, Netto, Bricomarché, Bricorama, Brico Cash, Roady, Rapid Pare-Brise) hanno registrato una crescita del 2,3%.

Insieme, in tutti i paesi in cui sono presenti (Francia, Belgio, Polonia e Portogallo) hanno raggiunto quota 42,1 miliardi di euro di vendite. Solo con la divisione Agroalimentare si è registrato un fatturato di 4,2 miliardi di euro, che porta complessivamente il gruppo francese Les Mousquetaires  ad attestarsi per il 2020 a 46,3 miliardi di euro.

Ancora una volta, con i suoi 3.969 punti di vendita, Le Groupement Les Mousquetaires dimostra l’importanza del retail indipendente, in grado di soddisfare al meglio le aspettative dei consumatori, tenendo conto delle specificità di ciascun territorio. Un risultato raggiunto grazie ai 3.072 leader aziendali e una forza lavoro di 150 mila dipendenti.

“Un anno eccezionale, il 2020, caratterizzato da un’accelerazione senza precedenti, per Le Groupement Les Mousquetaires – ha sottolineato Didier Duhaupand, presidente del gruppo – e al di là della riscoperta dell’utilità sociale della distribuzione, molto dinamiche sono precipitate nel corso dell’anno, ad un ritmo immaginabile fino a un anno fa: notevoli aumenti dell’e-commerce, rafforzamento del concetto di attaccamento ai valori locali e alla prossimità, aumento della domanda RSE, rinnovate aspettative sul potere di acquisto… In tutte queste aree, e al di là del modo in cui le nostre insegne sono state in grado di far fronte alla situazione sanitaria, i leader aziendali di Les Mousquetaires hanno accelerato il lavoro in modo sostanziale già intrapreso da diversi anni con agilità e solidarietà. La quota di mercato dei nostri brand di generi alimentari e articoli per la casa, ha visto una crescita di 0,7 punti da entrambe le parti, ha conferma di tutto questo. Amplificheremo questi progressi, nel corso del 2021, accompagnando le aspettative dei consumatori colpiti dalla pandemia”.

Intermarché e Netto: crescita costruita su fondamenta solide, con sviluppi che si preannunciano sul lungo termine

A livello di gruppo (Belgio,Francia,Polonia,Portogallo), il fatturato di Intermarché e Netto ha raggiunto i 37,8 miliardi di euro nel 2020.

In Francia, la quota di mercato cumulata a fine dicembre (PGC FLS) da parte delle due insegne della distribuzione alimentare, ammontava a 15,7 pt in CAM (+ 0,7pt) con un fatturato di 33,9 miliardi di euro.

Sempre all’interno del mercato francese, la crescita dei ricavi di Intermarchè è stata dell’1,4%, pari a 32,5 miliardi di euro. Mentre Netto ha continuato a crescere anche in Francia, con vendite per 1,4 miliardi di euro, con una crescita pari al 7,3%.

Questa crescita è il risultato di un’attività molto fluttuante nel corso dell’anno, con un aumento del 20,8% a marzo. Ma anche attraverso variazioni molto significative a seconda dei formati, che dimostrano il peso essenziale della vicinanza, nella costruzione di queste performance (Express +22,8%, Contact +1,4%, Super +1,2%, Iper -0,4%).

Un altro fattore strutturante, legato al comportamento dei consumatori di fronte alla pandemia, è l’aumento del paniere medio e la diminuzione del traffico di passaggio alle casse.

Infine, l’accelerazione dell’e-commerce è stata decisiva. Con una rete di 1.495 punti di vendita Intermarchè in Francia, la quota di mercato Drive raggiunge il 10,2% (fonte: Nielsen), con vendite online superiore al miliardo di euro. Lo sviluppo delle modalità di consegna, ha contribuito a raggiungere nuovi clienti.

Agromousquetaires: una missione riaffermata

Agromousquetaires, uno dei principali player agroalimentari in Francia, nel 2020 ha aumentato il suo fatturato a quota 4,2 miliardi di euro, in crescita del 2,3% rispetto al 2019.

Attraverso le sue 59 unità produttive, tutte situate in Francia, contribuisce all’indipendenza del Groupment Les Mousquetaires, nonchè all’insediamento nei territori, interagendo ogni giorno con i produttori francesi.

Nel 2020, l’unità di produzione “Les Celluloses de Brocéliande” (Ploarmel,Morbihan) ha allestito 5 linee per la produzione di maschere chirurgiche e FFP2.

Bricomarchè, Bricorama e Brico Cash, formati diversi per soddisfare una gamma di prodotti sempre migliore

In Europa, le 3 insegne di Groupment Les Mousquetaires, hanno raggiunto un fatturato di 3,97 miliardi di euro.

In Francia, Bricomarché, Bricorama e Brico Cash sono la prima rete di operatori locali e indipendenti. A parte che il primo lockdown ha giocato in maniera sfavorevole per le tre insegne, c’è stata una forte ripresa, che ha permesso il raggiungimento di un fatturato complessivo di 3,2 miliardi di euro, che è aumentato del +11% nel corso del 2020, in particolare trainato dai reparti giardinaggio e decorazione.

La quota di mercato dei tre brand ha raggiunto il 15,10% a fine 2020, con un incremento di 0,7 pt rispetto al 2019.

Anche lo sviluppo dell’e-commerce e della spinta che hanno avuto le vendite online hanno contribuito al raggiungimento di queste performance.

L’acquisizione di BricoPrivé.com di quest’anno, è un segno della voglia di trasformazione omnichannel, con un rafforzamento delle competenze digitali. Le vendite di BricoPrivè hanno raggiunto i 187 milioni di euro nel 2020, con incrementi senza precedenti +68% nell’ultimo trimestre dell’anno.

Inoltre, continua il piano di vendita dei punti di vendita ad insegna Bricorama, a leader aziendali indipendenti, in linea con la roadmap del gruppo.

A livello internazionale Bricomarchè ha beneficiato dello stesso comportamento dei consumatori in Francia e ha registrato una crescita delle vendite, ancora più significativa, in Polonia (+13,3%) e in Portogallo (+20,8%).

Roady e Rapid Pare-Brise: un anno difficile

Con 144 centri auto in Europa, di cui 111 in Francia, Roady ha realizzato un fatturato di 210,3 milioni di euro nel 2020. Ciò rappresenta una variazione del -12,6% per la Francia e del -9,6% in Portogallo. Mentre per Rapid Pare-Brise il calo delle vendite è stato del -28%.

Immo Mousquetaires: adatta lo sviluppo alle opportunità

Sotto la guida di Immo Mousquetaires, nel corso del 2020 sono stati aperti in Europa quasi 167.730 metri quadri di nuove superfici di vendita (73) di 123.716 metri quadri in Francia, di cui per un buon 62% destinati al food.