Crea sito

Carrefour: forte slancio commerciale in un primo trimestre 2021 in crescita

theretailchain-journal by Retailtrend.it (21 aprile 2021) – Il gruppo francese Carrefour, nella consueta presentazione dei dati di esercizio, sottilinea l’ottima performance registrata nel primo trimestre 2021, in particolare sul mercato in Francia.

Conferma un Q1 molto solido, nonostante un’eccezionale base comparabile legata all’inizio dell’emergenza sanitaria a marzo 2020, caratterizzato da una solida crescita delle vendite like-for-like del +4,2%, che si attesta su una media LFL del +6,0% su base biennale.

Infatti. se a gennaio e febbraio 2020 sono stati colpiti solo marginalmente dal COVID-19, marzo è stato particolarmente influenzato dall’applicazione delle prime misure restrittive.

Carrefour, ha osservato all’interno della propria rete di vendita, acquisti precauzionali da parte dei consumatori, prima del lockdown, portando a un forte aumento delle vendite in tutti i format e online.

Mentre negli ultimi giorni del mese, una volta in vigore i blocchi, i clienti si sono orientati verso i minimarket e supermercati, a discapito degli ipermercati.

Questa eccellente performance del primo trimestre 2021, sottolinea la forza del modello multiformato e omnicanale nelle diverse fasi della crisi, a cui il gruppo si è uniformato continuamente con successo, grazie al forte investimento su tutti i team di Carrefour. Avere ipermercati, supermercati, minimarket, cash&carry, ma anche un’offerta completa di ecommerce, consente di offrire ai consumatori un canale di distribuzione più appropriato in qualsiasi momento.

Forte crescita in Francia, incluso gli iper

Carrefour, sul territorio francese, ha registrato una robusta crescita delle vendite like-for-like nel primo trimestre (+3,5%, incluso un +3,3% negli ipermercati.

Questa performance riflette il successo di un metodo che pone i clienti e la spesa in negozio, al centro di tutte le iniziative commerciali, in particolare con l’approccio “5/5/5” e il progetto “TOP” implementato, fino ad oggi, in circa il 90% degli ipermercati e in oltre 100 supermercati.

Questa esigente disciplina quotidiana consente di ottimizzare il lavoro e indirizzare più accuratamente le aspettative dei clienti e quindi proporre un’offerta più pertinente e attrattiva. In questo contesto, la soddisfazione del cliente è migliorata da diversi trimestri.

Il buon lancio degli NPS riflette in particolare, una maggiore disponibilità del personale, un posizionamento dei prodotti più visibile, un minor utilizzo di scorte, la freschezza di frutta e verdura, precisione dei prezzi e una riduzione delle attese alla cassa.

Esiste quindi, una solida dinamica commerciale, che si traduce in un netto miglioramento della quota di mercato.

Nel primo trimestre, Carrefour sembra aver sovraperformato in ciascuno dei canali di riferimento: ipermercati, supermercati, convenience e drive1. Si tratta del trimestre migliore in termini di andamento della quota di mercato in Francia, in 4 anni, con un incremento di +0,2 punti.

Con l’inizio di aprile, nonostante che siano in vigore nuove misure di lockdown, anche se meno restrittive rispetto ai blocchji precedenti, la crescita è rimasta solida nelle prime settimane del mese, anche nel canale degli ipermercati.

In Europa, continua la crescita in Spagna e Belgio

In Spagna (+1,7% LFL) Carrefour ha mostrato un solido slancio su tutto il trimestre, nonostante una base comparabile molto elevata a marzo 2020 e una tempesta di neve a gennaio 2021, che ha avuto un impatto sulla regione di Madrid, dove l’insegna ha una forte presenza. Il gruppo, ha abbassato i prezzi su 1.000 prodotti MDD e offre 600 prodotti (sia Carrefour che marchi nazionali) al prezzo di 0,99 euro. Inoltre, il gruppo, ha completato l’acquisizione dei 172 minimarket e supermercati Supersol nel mese di marzo.

In Italia (-11,3% LFL), la catena distributiva ha mostrato segnali positivi sulla soddisfazione del cliente (NPS che migliora continuamente), ma è rimasta penalizzata dalle misure messe in atto per l’emergenza sanitaria (restrizioni al traffico, chiusure centri commerciali,ecc.) soprattutto nel nord del Paese, dove l’insegna ha una forte rete di vendita.

In Belgio (+2,9% LFL) il gruppo ha continuato a guadagnare questo di mercato nel primo trimestre 2021. Lo slancio della crescita è stato positivo, nonostante un’eccezionale base comparabile, dati gli impatti delle scorte e la chiusura delle frontiere nel marzo 2020.

In Polonia (-2,3% LFL), Carrefour ha registrato una solida performance, data l’eccezionale base comparabile e la chiusura dei centri commerciali.

In Romania (-1,8% LFL) ha sovraperformato il mercato, grazie allo slancio negli ipermercati e nell’ecommerce, canale in cui Carrefour conferma la sua leadership.

America Latina, prestazioni buone in un contesto sanitario deteriorato

In Brasile, le vendite del primo trimestre sono in aumento del +14,2% a cambi costanti, con una crescita a termini simili del +11,6% LFL. Questa buona performance è stata raggiunta in un contesto sfavorevole, segnato dalla cancellazione delle festività carnevalesche, da una decelerazione dell’inflazione alimentare e da nuove misure restrittive a marzo, per combattere la pandemia. La quota di mercato è migliorata ancora una volta nel primo trimestre. Il contributo delle nuove aperture, compresi i negozi Makro che sono stati convertiti, è stato del +4,3%, mentre i cambi hanno avuto un effetto sfavorevole del -29,3%.

Carrefour Retail ha registrato vendite in crescita del +8,6% su base LFL, trainate sia da prodotti alimentari che non food. L’insegna ha continuato a sovraperformare significativamente il mercato, in particolare nel canale ipermercati.

Le vendite di Atacadão sono in aumento del +17,5% a cambi costanti, con una crescita LFL del +12,9% e un contributo da parte delle nuove aperture del +6,0%. L’insegna ha aperto 9 nuovi punti di vendita nel primo trimestre, tra cui 5 conversioni dei negozi Makro.

Anche l’ecommerce alimentare è cresciuto del +140%.

Parallelamente, anche i servizi finanziari hanno continuato a migliorare le loro performance: il fatturato è aumentato del +19,9% e il portafoglio crediti è aumentato del +17,1 nel primo trimestre.

Alla fine di marzo, Carrefour Brazil ha stipulato un accordo con Advent International e Walmart per l’acquisizione di Grupo BIG, il terzo retailer food brasiliano. Questa acquisizione (che rimane soggetta all’autorizzazione dell’Antitrust) rafforzerebbe la presenza di Carrefour in questo mercato, e offre un significativo potenziale di crescita.

In Argentina (+32,9% LFL), Carrefour ha continuato a guadagnare quote di mercato, con una crescita dei volumi. Il gruppo ha intrapreso forti iniziative a favore del potere di acquisto dei propri clienti, congelando il prezzo di 1.400 prodotti fino alla fine di giugno.

Nel mercato asiatico Carrefour ha rafforzato la sua posizione con l’integrazione dei negozi Wellcome

A Taiwan, le vendite del primo trimestre sono aumentate del +6,7% a cambi costanti, con un -6,4% LFL nel primo trimestre e un contributo da acquisizioni del +15,5% con l’integrazione dei punti di vendita Wellcome recentemente acquisiti. Oltre agli acquisti precauzionali legati al COVID-19, Carrefour ha beneficiato in particolare, nel primo trimestre 2020, del successo delle operazioni commerciali durante il capodanno cinese.

“Carrefour sta mostrando un forte slancio commerciale – dichiara Alexandre Bompard, presidente e CEO – e ha registrato un trimestre di crescita tanto più notevole in quanto confrontato con l’eccezionale periodo di marzo 2020, segnato dall’inizio dell’emergenza sanitaria. Il nostro modello di crescita, basato sull’eccellenza operativa, la competitività e la potenza della nostra offerta omnicanale, si traduce in guadagni di quota di mercato nei nostri principali paesi di riferimento. Ciò vale in particolare per la Francia, dove abbiamo sovraperformato il mercato in tutti i nostri format. La nostra fiducia nel successo del nostro piano di trasformazione e nella nostra capacità di generare un elevato flusso di cassa, è ulteriormente rafforzata. E in linea con la nostra politica di allocazione del capitale, stiamo cogliendo l’opportunità offerta dalle attuali condizioni di mercato per annunciare un riacquisto di azioni”.

Riacquisto di azioni per 500 milioni di euro

Il consiglio di amministrazione di Carrefour ha approvato operazioni di riacquisto di azioni proprie, in vista della loro futura cancellazione, per un importo massimo di 500 milioni di euro, pari a circa il 4% della capitalizzazione di mercato del Gruppo. Questa decisione, fa parte della politica di allocazione del capitale, annunciata il 18 febbraio, con l’obiettivo di raggiungere un equilibrio efficiente tra capex, acquisizioni e ritorno agli azionisti.

Confermati gli orientamenti e gli obiettivi strategici 

Il gruppo ribadisce gli orientamenti del piano strategico Carrefour 2022 e conferma tutti i suoi obiettivi operativi e finanziari.

  • Obiettivo del gruppo NPS attraverso il miglioramento entro il 2022 di +30 punti dall’avvio del piano
  • I prodotti a marchio Carrefour rappresenteranno un terzo delle vendite nel 2022
  • 2.700 aperture di minimarket entro il 2022
  • 4,2 miliardi di euro nell’ecommerce alimentare GMV nel 2022
  • 4,8 miliardi di euro di vendite di prodotti biologici nel 2022
  • 2,4 miliardi di euro di risparmi aggiuntivi sui costi entro il 2023 su base annua  (oltre ai 3,0 miliardi di euro già realizzati a fine 2020).
  • Net Free Cash Flow a un livello superiore a 1 miliardo di euro all’anno a partire dal 2021 (dopo il cash-out di oneri eccezionali, in particare relativi a piani di ristrutturazione)
  • Livello annuo di capex da circa 1,5 miliardi di euro a 1,7 miliardi di euro
  • 300 milioni di euro di cessioni aggiuntive di attività immobiliari non strategiche entro il 2022.
©Riproduzione riservata / Giuliano Bicchierai

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.