Crea sito

Approvato il bilancio 2020 di Ahold Delhaize

Photo credit should read KOEN VAN WEEL/AFP/Getty Images

theretailchain-journal by Retailtrend.it (14 aprile 2021) – Oggi si è tenuta l’assemblea generale annuale (AGM) di Ahold Delhaize – in modo completamente virtuale – a causa delle restrizioni dell’emergenza sanitaria da COVID-19.

Agli azionisti è stato chiesto di votare e porre domande di approfondimento prima e durante l’assemblea.

I diritti di voto di circa 668 milioni di azioni, sono stati esercitati, all’interno di un incontro webcast e in diretta tramite il sito istituzionale del gruppo.

L’assemblea degli azionisti ha approvato il bilancio 2020 e hanno concordato per la proposta di dividendo annuale 2020 per 0,90 euro per azione per l’intero anno. Pertanto, il 29 aprile 2021 verrà pagato un dividendo finale di 0,40 euro per azione, che va ad integrarsi con l’acconto sul dividendo di 0,50 euro per azione che è stato pagato il 27 agosto 2020.

Nel corso dell’incontro virtuale, gli azionisti hanno approvato tutte le proposte all’Ordine del Giorno, comprese le nomine di Jan Zijderveld e Bala Subramanian come membri del Consiglio di Vigilanza.

PricewaterhouseCoopers è stata riconfermata come revisore esterno della società per l’esercizio 2021.

“Quando guardo indietro sul 2020 – ha detto Frans Muller, CEO di Ahold Delhaize – mi viene da sottolineare che il coronavirus ha avuto un enorme impatto su tutti noi e su tutti comprese le comunità locali che sono vicine ai nostri più di 7.000 punti di vendita delle nostre insegne. Stiamo notando tutti i giorni il forte disagio che il coronavirus provoca sull’economia e i consumi. Anche i nostri clienti, quelli dei nostri negozi e quelli online, hanno risentito l’impatto, mentre cercavano la familiarità sicura per la loro spesa quotidiana, in un’atmosfera di incertezza. Anche i nostri 414.000 addetti in tutte le nostre insegne, hanno dimostrato il loro impegno ogni giorno”

“Nel 2020 siamo stati anche in grado di effettuare importanti investimenti per un totale di 2,6 miliardi di euro – continua il CEO del gruppo – nei soli Paesi Bassi, equivale a 600 milioni di euro. Questo ci ha consentito di aggiudicare appalti per tante imprese, che di riflesso hanno portato anche a opportunità di lavoro dirette e indirette.   Abbiamo notevolmente incrementato la nostra capacità nel canale online, con ulteriori centri di distribuzione, di home shop e, più recentemente, un ulteriore centro negli Stati Uniti, che ora può servire al meglio i nostri clienti, in qualsiasi momento e ovunque, nel modo in cui vogliono. L’87% delle famiglie americane, nei nostri punti di vendita, ha ora accesso al ritiro e alla consegna della spesa, in giornata”.

“Insieme alla nostra strategia e al nostro scopo commerciale – conclude Muller – la nostra vision appena adottata, stabilisce il corso della nostra azienda: creare la principale esperienza di acquisto di prodotti alimentari locali. E’ così, che possiamo servire al meglio i nostri clienti e le loro mutevoli esigenze, nel miglior modo possibile. Queste esigenze includono il supporto per una alimentazione più sana e cucinare di più a casa e a scelte più sostenibili. Abbiamo iniziato il 2021 in una posizione di forza nel mercato che ci offre l’opportunità di una maggiore crescita. Tuttavia, le prospettive per questo anno, sono ancora incerte a causa della pandemia. Ecco perchè, nel 2021, continueremo a fare tutto il possibile per supportare collaboratori, clienti e comunità locali”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.